25/09/2016 12.42
Italiano 
Cerca    

 
  Italcementi Group
  Governance
  Sviluppo Sostenibile
  Investor Relations
  Comunicazione e Media
  Ricerca e Innovazione
  Architettura
  Careers
  Login

 
Italcementi
Presentazione della Società
Il  1 luglio 2016 Italcementi entra a far parte di HeidelbergCement Group.

Un’operazione che unisce le eccellenze di due grandi gruppi industriali, preservando allo stesso tempo la natura italiana di Italcementi. Dall'unione nasce il primo produttore mondiale di aggregati, il secondo nel cemento e il terzo nel calcestruzzo, con oltre 63.000 dipendenti in più di 3.000 siti produttivi in 60 paesi in cinque continenti. La capacità totale delle 156 cementerie è pari a circa 200 milioni di tonnellate di cemento.

HeidelbergCement detiene più di 600 siti produttivi di inerti e oltre 1.700 impianti per la produzione di calcestruzzo. Ciò lo rende il principale player mondiale nella fornitura verticalmente integrata di materiali da costruzione.





La storia della società

Italcementi nasce nel 1864 a Scanzo in provincia di Bergamo come Società Bergamasca per la Fabbricazione del Cemento e della Calce Idraulica. Solo nel 1927, quando la società è già quotata in Borsa a Milano da due anni, assume l’attuale ragione sociale. Diventata la principale società italiana nel settore dei materiali da costruzione, alla fine degli anni Ottanta avvia le prime iniziative di internazionalizzazione del Gruppo.

Ma è con l'acquisizione di Ciments Français, nell'aprile del 1992 che si realizza in un sol colpo il processo di globalizzazione della società. Con la più rilevante acquisizione industriale realizzata all'estero da un gruppo italiano, il fatturato passa da 775 milioni di euro a quasi 2.600 milioni del nuovo gruppo.
L'acquisizione cambia la fisionomia di Italcementi: il peso dell'Italia sui ricavi scende dal 97% al 27,5% e la presenza si amplia a 13 Paesi.
I passi successivi sono rivolti verso
l'Europa dell'Est (Bulgaria) e l’Oriente dove vengono acquisite nuove società in Kazakistan e in Tailandia. Segue il posizionamento in India, che rappresenta il terzo mercato mondiale del cemento. Dai piani di sviluppo non resta poi escluso il continente africano: al rafforzamento della presenza in Marocco si affianca l'Egitto. Il 2007 segna lo sbarco del gruppo in Cina e in Kuwait.
 
Sotto l’aspetto operativo, in Italia, Italcementi è il primo produttore di materiali da costruzione con una quota di mercato di circa il 30% e con un dispositivo industriale in costante adeguamento e prodotti sempre più innovativi per la clientela. Dopo il revamping della cementeria di  Calusco d’Adda (Bg) inaugurata nel 2004, sono allo studio nuovi interventi per adeguare alle migliori tecnologie disponibili, sotto l’aspetto produttivo e ambientale, di quattro impianti in Lombardia, Sardegna, Basilicata e Sicilia. 

Nella strategia di verticalizzazione della propria attività, nel 1997 Italcementi ha acquisito il controllo di Calcestruzzi, diventando il leader nazionale anche nel settore del calcestruzzo.




 

 





 

Italcementi oggi

La presenza di Italcementi in Italia: 6 cementerie, 1 impianto per prodotti speciali8 centri di macinazione105 impianti di calcestruzzo, 17 cave di inerti

Documentazione correlata
Il nostro mondo (2,5 MB)
Profilo del Gruppo (38,8 KB)
La nostra Vision
Sviluppo sostenibile
Alla scoperta del cemento
Scopri il processo di produzione del cemento.
Sicurezza
Diffondere una nuova cultura basata sulla prevenzione dei rischi e sulla responsabilizzazione dei comportamenti.

 
Informazioni legali | Dati societari | Requisiti di sistema | Mappa del sito | 
© Italcementi Copyright - C.F. 00637110164 - P.IVA 00223700162

Italcementi - Via Camozzi, 124 - 24121 Bergamo, Italia - Tel. +39 035 396 111  
Ultimo Aggiornamento 06/07/2016 8.38.22  UTC