15. Maggio 2017

Quale futuro per gli architetti e gli ingegneri?

Quale futuro per l’architetto e l’ingegnere libero professionista? Cosa significa oggi fare una libera professione? Quali iniziative in campo per tutelare la categoria e le nuove generazioni? Domande a cui proverà a dare risposte il convegno «Architetti, Ingegneri e Libera Professione - Strategie e azioni per una professione migliore, esperienze a confronto» in programma sabato 20 maggio, dalle ore 9 alle ore 13, all’Auditorium i.lab Italcementi in via Stezzano, 87 a Bergamo.

Prendendo spunto dal recente calo di iscrizioni all’Ordine e dall'aumento delle cancellazioni, in particolare di professinisti giovani e donne, il convegno vuole diventare momento di riflessione sulle difficoltà e sul futuro di chi esercita la libera professione; un’occasione per accendere i fari su strategie ed azioni messe in campo da CNAPPC, il Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, da Inarsind, l’Associazione di Intesa sindacale degli architetti e ingegneri liberi professionisti italiani, dalla Fondazione di Inarcassa, la Cassa nazionale di previdenza e assistenza per gli ingegneri e architetti liberi professionisti,  ma anche da realtà provinciali e locali.

Tanti i temi trattati: dalla fiscalità alle iniziative per rilanciare la formazione e l’appeal della libera professione, dall’equo compenso dopo l’abolizione delle tariffe minime al ruolo del sindacato, dal monitoraggio parlamentare e legislativo ai servizi, convenzioni e protocolli di intesa,  fino agli esempi di sinergie locali e l’importanza del «fare rete». 

Il convegno, organizzato dall’Ordine Architetti PPeC di Bergamo, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri e con l’arch. Silvia Vitali, componente del Comitato Nazionale Delegati di Inarcassa in rappresentanza degli architetti liberi professionisti della provincia di  Bergamo,  verrà trasmesso anche in modalità webinar sulla piattaforma iM@teria del CNAPPC e si concluderà con un dibattito aperto a tutti per raccogliere riflessioni e fare proposte.

Ufficio Stampa

Italcementi
Via Stezzano, 87
24126 Bergamo BG
Italia

Downloads