Quarry Life Award 2022

Italcementi premia la biodiversità nei siti estrattivi: annunciati i vincitori del Quarry Life Award

Si è conclusa la seconda edizione italiana del Quarry Life Award, il concorso internazionale ideato dal Gruppo Heidelberg Materials, e promosso a livello nazionale da Italcementi, che invita cittadini, studenti, ricercatori, università, accademici e associazioni a sviluppare progetti per promuovere la biodiversità nei siti estrattivi.

I vincitori sono stati annunciati durante una cerimonia che si è tenuta in i.lab, la sede di Italcementi a Bergamo. Tra i quattordici progetti presentati, sono stati scelti sei finalisti che da gennaio a settembre hanno lavorato sul campo allo sviluppo dei loro progetti, suddivisi fra le categorie Ricerca e Comunità. Santa Giustina, in provincia di Brescia, è la ex cava protagonista del concorso. Santa Giustina è stato un sito estrattivo di argilla situato nel Comune di Castenedolo (BS), il cui materiale era destinato alla non lontana cementeria Italcementi di Rezzato-Mazzano. Dopo la chiusura definitiva della cava avvenuta nel 2011, Italcementi ha siglato una convenzione con il Comune di Castenedolo per un progetto di rimboschimento per un’area grande circa 20 ettari. Il bosco di Castenedolo è oggi il bosco di pianura più grande di tutta la Lombardia. Gli interventi di piantumazione si sono conclusi nel 2015 e hanno riguardato la piantumazione di oltre 30.000 piante (arboree e arbustive). Una grande area verde adatta a sviluppare nuovi studi e progetti a favore della biodiversità da parte sia di cittadini e studenti, che di ricercatori.

Ad aggiudicarsi il primo premio sono stati, per il settore scientifico, il team guidato da Vincenzo Ferri con il progetto “Alla ricerca della nota stonata” e, per il settore comunità, l’Associazione Ambiente Parco con il progetto “Cuore”. A entrambi è stato consegnato un premio del valore di 5.000 euro.

I due progetti vincitori:

Alla ricerca della nota stonata. L'Ecoacustica per la gestione del Bosco di Castenedolo: il team ha confrontato la ricchezza eco-acustica della foresta di Castenedolo con la Riserva Naturale Statale di Bosco Fontana per valutare lo stato di evoluzione dei vari settori di Castenedolo.

CUORE (CUrare Osservare Respirare Emozionare): cinque escursioni, laboratori naturalistici ed esperienze di “citizen science” per far percepire, con tutti i sensi, le peculiarità degli ambienti naturali, il ciclo della vita e i suoi abitanti.

«Siamo molto soddisfatti di questa seconda edizione italiana. Il concorso è stato molto partecipato e i progetti si sono rivelati di altissima qualità, sia a livello di risultati scientifici che di coinvolgimento e sensibilizzazione delle comunità sul tema della biodiversità. In particolare, in questi mesi tutti i partecipanti hanno mostrato davvero un grande entusiasmo e spirito di iniziativa – spiega Angelo Monti, Coordinatore Nazionale del concorso e Responsabile Ambiente, Energia e Cave di Italcementi.Per Italcementi l’attenzione all’ambiente e la protezione della biodiversità nei siti estrattivi sono aspetti fondamentali della strategia aziendale. L’iniziativa Quarry Life Award ci permette non solo di promuovere questi valori, ma di acquisire nuove conoscenze scientifiche e di consolidare il nostro rapporto con le comunità locali».

A decretare i progetti vincitori una giuria di esperti: Roberto Callieri, Amministratore Delegato di Italcementi, Stefano Ferrari, Direttore Marketing della rivista Orobie e Roberto Panzeri, agronomo.

I progetti finalisti partecipano inoltre al concorso internazionale Quarry Life Award, che coinvolge 16 Paesi del Gruppo Heidelberg Materials. I vincitori saranno annunciati nella cerimonia di premiazione che si terrà il 17 ottobre a Bruxelles.

Gli altri progetti finalisti:

Settore Ricerca

BeeConcrete:
un progetto che si pone in prima linea per la sostenibilità con lo sviluppo di un'innovativa tipologia di arnia in calcestruzzo e con la realizzazione di un apiario stanziale capace di ospitare una nuova comunità di due milioni di api, grazie alle quale accrescere la biodiversità del sito di Santa Giustina e ricavare informazioni sulla qualità ambientale dell’area. 

Like a stepping stone: un’indagine botanica che ha visto il monitoraggio di tre gruppi di insetti, noti come buoni bioindicatori degli habitat. Lo studio ha consentito di raccogliere informazioni utili per la corretta direzione gestionale del sito di Santa Giustina ai fini della conservazione delle opere di ripristino ambientale, nel breve e medio periodo.

Settore Comunità

BiodiVEnture: un’esperienza ludico didattica per conoscere e avvicinarsi alla biodiversità: un percorso naturalistico interattivo-didattico, in stile “caccia al tesoro”, per vivere un’interazione diretta e divertente con la natura di Santa Giustina.

Oasi delle api: favorire la biodiversità attraverso l’interrelazione tra api, apicoltori e comunità: un progetto che ha visto la realizzazione di un apiario sociale, l’installazione di un bee-hotel e il coinvolgimento di alunni delle classi primarie e secondarie degli Istituti di zona.

Ufficio Stampa

Italcementi Via Stezzano, 87
24126 Bergamo
Italia

Vincenzo Ferri del team "Alla Ricerca della Nota Stonata" vincitore del 1° premio per il settore Ricerca..

Il team di Ambiente Parco vincitore del 1° premio settore Comunità con il progetto "Cuore"..

La cerimonia di premiazione in i.lab.

Angelo Monti, Responsabile Ambiente, Energia e Cave Italcementi e Coordinatore Nazionale del concorso..

Federica Doneda, Comunicazione Italcementi.

Roberto Panzeri, agronomo e membro della Giuria nazionale..

I team finalisti della categoria Ricerca, "BeeConcrete" e "Like a Stepping Stone"..

Il team finalista della categoria Comunità, "Oasi della Api"..