Chiesa San Giovanni XXIII

La nuova chiesa dell'ospedale di Bergamo, dedicata a San Giovanni XXIII, che sorge accanto all'Ospedale PG23. E' un luogo di conforto spirituale per i malati e le loro famiglie, ma anche una chiesa per la città, affidata alla Parrocchia di San Giuseppe Lavoratore. 
 
La nuova chiesa ha una struttura architettonica molto sobria. È una sorta di parallelepipedo dal carattere leggero, lineare e splendente. Per costruirla sono stati coinvolti gli stessi architetti interessati alla progettazione dell'ospedale, il francese Aymeric Zublena, Pippo e Ferdinando Traversi dell'omonimo studio bergamasco. Per creare questo spazio semplice dominato dalla luce, importanti sono state le innovazioni e la ricerca sui materiali. Il deambulatorio è custodito da una struttura di sottili colonnine realizzate in cemento «mangiasmog» TX Active di Italcementi (materiale studiato in collaborazione con Styl-Comp e finalista all'Oscar europeo dell'innovazione).
 
Lo spazio sacro, a forma di parallelepipedo, è arricchito da pareti affrescate secondo il tema del giardino, richiamo all'Eden. Gli architetti infatti hanno concepito l'opera prevedendo già l'apporto di un prestigioso nucleo di opere d'arte al suo interno. Stefano Arienti con tecnica di impressione sul cemento, Andrea Mastrovito con la Via Crucis e Ferrario Freres con le vetrate dell'abside raffiguranti la Passione (in collaborazione col maestro vetraio Lino Reduzzi), sono gli artisti coinvolti che hanno lavorato in sinergia per donare alla chiesa del nuovo ospedale un clima di mistico stupore e l'occasione di una meditazione guidata dalle immagini.

Chiesa San Giovanni XXIII
24127 Bergamo
Italia